Crowdfunding: come finanziare la tua idea?

Il crowdfunding (dall’inglese crowd, folla e funding, finanziamento) o finanziamento collettivo in italiano, è un processo collaborativo di un gruppo di persone che utilizza il proprio denaro in comune per sostenere gli sforzi di persone e organizzazioni. In sintesi, si tratta di una pratica di micro-finanziamento dal basso che mobilita persone e risorse.

Il crowdfunding si può riferire a iniziative di qualsiasi genere, dall’aiuto in occasione di tragedie umanitarie al sostegno all’arte e ai beni culturali, al giornalismo partecipativo, fino all’imprenditoria innovativa e alla ricerca scientifica. Spesso utilizzato per promuovere l’innovazione e il cambiamento sociale, abbattendo le barriere tradizionali dell’investimento finanziario.

Proponendo un progetto attraverso una campagna di crowdfunding si riesce a capire in poco tempo se il progetto in questione ha possibilità di successo o meno, velocizza quindi lo sviluppo di strategie o miglioramenti sul progetto stesso. È, quindi, possibile attraverso il Crowdfunding vendere un prodotto prima ancora di averlo commercializzato, le donazioni per la realizzazione di un progetto non sono altro che dei pre-acquisti di una cosa a cui potranno accedere tra qualche mese.

Le principali piattaforme che aiutano la realizzazione di questi progetti sono quelle con le maggiori fette di mercato e quindi quelle in ambito musicale (es. Music Raiser) e in ambito sociale.

I maggiori campi di applicazione di questo fenomeno sulla principale piattaforma al mondo (Kickstarter) riguardano la realizzazione di nuovi giochi e di nuove tecnologie. Anche se i progetti con maggior probabilità di successo sono: il teatro e la danza  (60% di possibilità di successo).

Un’importante tipologia di crowdfunding è quella del Crowding Investing (Equity Crowdfunding) in cui le persone investono tutte assieme, ovvero,  diventano soci di nuove società/iniziative e in cambio ricevono una quota di queste società.

Il fenomeno del crowdfunding è spesso utilizzato anche per le richieste più bizzarre, come viaggi di nozze o felpe con cappuccio che diventano cuscini o come il caso del “Exploding Kittens”, un gioco di carte che nel giro di 30 giorni ha raccolto $8,782,571  e che si basa sul concetto di roulette russa.

Esistono poi diverse ricompense per i soggetti che contribuiscono al finanziamento, come ad esempio una cena con l’editore del libro, magliette con il proprio nome o ottenere una parte in uno spettacolo.

Infine, quali sono le fasi di progettazione di una campagna di crowdfunding?

  1. Individuazione del progetto adatto ad una campagna di crowdfunding e dell’obiettivo economico;
  2. Scelta/realizzazione delle immagini e del video di presentazione della campagna;
  3. Storytelling: raccontiamo una Storia, non le fasi del progetto;
  4. Parole da non usare: obiettivi, finalità, attività, risultati attesi;
  5. Individuazione dei canali promozionali attivabili direttamente dall’organizzazione (sito web, social network, mailing list, pubblicazioni cartacee…);
  6. Individuazione dei partner che possono offrire visibilità alla nostra campagna in fase di lancio;
  7. Calendarizzazione degli aggiornamenti (sia temporali, ad es. dopo una settimana dal lancio, sia legati al raggiungimento di soglie di raccolta fondi, ad es. 50%).

 

Impara le strategie per creare una campagna di crowdfunding vincente. Scopri il Certificato in Digital Fundraising!

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Inserisci il tuo indirizzo email e ti terremo aggiornato sui nostri corsi e sui nuovi post del blog.